Promozione : Città di Mascalucia – Aci S.Antonio 1-1 . Per i Padroni di casa esordio per i tre nuovi innesti

GABRIELE AIDALA
MASCALUCIA : Sinito chiama, Tenerelli risponde. Un gol per tempo per un pari molto combattuto nella gara forse più attesa della prima di ritorno, quella del Bonaiuto Somma di Mascalucia. Un anticipo del sabato che si è concluso con un pari per 1-1, con l’espulsione di Suriano poco prima del pareggio dei suoi e con i gol che sono maturati nei frangenti di maggiore difficoltà avversari. Tre novità di mercato tra i padroni di casa: dal primo minuto spazio a Danilo Fazio, centrale difensivo classe ’89 il cui impiego si è reso necessario per l’assenza dello squalificato Maugeri (Spartà è partito dalla panchina); Gabriele Aidala, (FOTO) esterno basso classe 2000 (Gianni Di Mauro e Palma in tribuna per scelta tecnica, Rosano infortunato) proveniente dal Catania a testimonianza della proficua collaborazione tra Mascalucia e rossazzurri che già nei mesi scorsi ha condotto a diverse operazioni di mercato; e l’esperto centravanti Ignazio Viglianisi, uno dei tanti ex dell’occasione che ha fatto ingresso a dieci dal termine.

Un gol per tempo. Quello dell’Aci S.Antonio che in maniera inattesa ha sbloccato il risultato con Sinito su cross da destra ed un tap-in vincente a centro area e che ha spaccato una partita condotta in avanti a testa bassa dal Mascalucia, molto impreciso sottoporta col suo bomber principe e Benivegna, costretto a metà ripresa ad abbandonare i suoi per infortunio al pari di Suriano, reo di una gomitata nei confronti di Crispino e che l’arbitro Armenia, su segnalazione dell’assistente Pedalino ha spedito sotto la doccia intorno alla mezzora, momento in cui da una punizione da destra di Scuto ci ha pensato Tenerelli ad evitare un Ko che solo per leggerezze proprie negli ultimi sedici metri ma anche per i determinanti interventi di Andrea Spina, l’Aci S.Antonio non ha inflitto nel corso di una prima parte della ripresa giocata in evidente crescita rispetto al primo tempo.
Tabù non sfatato. Per il Mascalucia, nono con 22 punti e che ha frenato le impellenti ambizioni di un avversario (24) che ha gettato le ortiche la possibilità di accorciare a -3 dai playoff, è il sesto pareggio interno consecutivo ma gli sviluppi di questa prima dell’anno si tratta di un punto da non buttare via. Prossima tappa Messina sud, il fanalino di coda.

CITTA’ DI MASCALUCIA 1 IL TABELLINO
ACI S.ANTONIO 1

MARCATORI: PT 26′ SINITO, ST 24’TENERELLI

C.MASCALUCIA: A.SPINA, CIANTIA (30’ST A.DI MAURO), AIDALA, OROFINO, BENIVEGNA (30’ST SPARTA’), FAZIO, PORTO, MAZZARINO (15’ST FLORIO), TENERELLI, SCUTO (35’ST VIGLIANISI), GALIANO (1’ST SURIANO). A DISP.: F.SPINA, COSTANZO. ALL.: ANASTASI.

ACI S.ANTONIO: DOVARA, VACCARO, PADALINA, CAPONCELLO, PALMERI (33’ST CAMPISI), CRISPINO, DE LUCA, SCARDACI (27’ST PLATANIA), BATTAGLIA (15’ST MERENDA), MIRABELLA, SINITO. A DISP.: CUTULI, SALPIETRO, REALE, TROVATO. ALL.: TORRISI.

ARBITRO: ARMENIA DI RAGUSA

GIUSEPPE SIGNORINO, RESP.COMUNICAZIONE ASD CITTA’ DI MASCALUCIA