Lega Pro : Il Catania torna a sorridere . Battuto il Francavilla – Le dichiarazioni Post Gara

catania virtus(1)

Il Catania torna a vincere, superando di misura ma con merito la coriacea ed organizzata Virtus Francavilla: 1-0, decisiva la rete di Andrea Di Grazia, settima del talentuoso calciatore catanese in questo campionato. Per effetto del successo, il tredicesimo in questo campionato (undicesimo al “Massimino”) la formazione rossazzurra rientra in zona playoff, risalendo al 9° posto con 42 punti. Per Matteo Pisseri, undicesima gara senza reti al passivo in questo torneo. Determinati ed attenti, Biagianti e compagni hanno cercato e costruito l’importante affermazione fin dalle prime battute dell’incontro: al 3°, bel diagonale di un ispirato Russotto ed affannosa respinta di piede di Albertazzi; al 7°, destro di Mazzarani e pronta risposta del portiere avversario, chiamato agli straordinari, al 20°, sulla potente conclusione dello stesso Mazzarani. Nulla può, l’estremo difensore pugliese, al 21°: splendido assist di Russotto e delizioso pallonetto di Di Grazia, che firma così il prezioso vantaggio. La formazione guidata da mister Pulvirenti (per lui, prima gioia alla guida della prima squadra) continua a sviluppare gioco ed occasioni: al 22° Mazzarani conclude a lato; al 32° percussione e cross di Djordjevic, girata di Biagianti respinta da Albertazzi. Nella ripresa, in apertura, il primo tentativo della Virtus Francavilla con il colpo di testa di Nzola, che non centra il bersaglio. Le conclusioni dalla distanza di Alessandro e Galdean non impensieriscono Pisseri, il Catania gestisce ed al 35° potrebbe chiudere la gara: Djordjevic al tiro, Albertazzi si oppone ed anticipa Pozzebon pronto al tap-in. Al 39°, altra nitida occasione per i rossazzurri: ottima verticalizzazione di Biagianti per Di Grazia, che guadagna la linea di fondo e prova a servire Barisic ma non c’è intesa. Brivido finale: al 42°, potente girata di Ayina in acrobazia, palla sulla traversa. Giovedì pomeriggio, a Torre del Grifo, ripresa degli allenamenti in vista del prossimo impegno: domenica 9 aprile, alle 14.30, Vibonese-Catania.

Campionato Lega Pro 2016/17 – Girone C – Trentatreesima giornata

Catania-Virtus Francavilla

Marcatori: pt 21° Di Grazia.
Catania (4-3-3): 12 Pisseri; 28 Parisi, 6 Gil, 3 Bergamelli (47°pt 15 Mbodj), 20 Djordjevic; 27 Biagianti, 5 Scoppa, 32 Mazzarani (20°st 4 Bucolo); 23 Di Grazia, 9 Pozzebon (38°st 11 Barisic), 10 Russotto. Allenatore: Pulvirenti. A disposizione: 1 Martinez; 26 De Rossi, 33 Manneh; 24 Di Cecco, 18 Di Stefano, 30 Piermarteri, 21 Fornito; 35 Tavares.
Virtus Francavilla (3-5-2): 1 Albertazzi; 13 Pino, 5 Idda, 3 Vetrugno; 20 Triarico (9°st 16 Albertini), 19 Prezioso, 10 Galdean, 23 Alessandro, 4 Pastore (37°st 6 Gallù); 27 Abate, 9 Nzola (31°st 7 Ayina). Allenatore: Calabro. A disposizione: 22 Costantini, 28 Casadei; 8 Biason, 25 Finazzi, 18 Turi; 17 Salatino.
Arbitro: Cipriani di Empoli.
Assistenti: Gnarra (Siena) e Cecchi (Pistoia).
Ammoniti: Biagianti e Pozzebon (C), Nzola e Pastore (V).
Recupero: pt 2′, st 3′.
Report affluenza – Spettatori 5.849: 5.012 abbonati; 837 muniti di titolo d’accesso per il singolo evento.
Incasso: 5.125 euro

Al termine della gara vinta contro il Francavilla per 1-0, mister Pulvirenti spende parole d’elogio per il Catania, capace di uscire dal tunnel delle sconfitte consecutive con una prestazione convincente e di carattere: “Vincere è sempre bello e non è stato facile dopo questa lunga sequenza di sconfitte, i ragazzi sono stati veramente bravi a scrollarsi di dosso tutte le negatività. L’approccio alla gara è stato straordinario, nel secondo tempo non abbiamo avuto paura ma desiderio di ottenere qualcosa che volevamo da un po’ di tempo, conquistare i tre punti. Sono contento per i ragazzi perché c’è un gruppo desideroso di lavorare, rispondono sempre in maniera positiva in ogni allenamento. Ci sono state sconfitte immeritate sia per le occasioni che abbiamo creato sia per gli episodi che ci hanno penalizzato ma, sinceramente, ho sempre visto un Catania che ha saputo reagire. Sappiamo anche di dover migliorare ancora, perché la squadra ha le capacità per farlo. Complimenti alla Virtus Francavilla che ha ottenuto fin qui 50 punti tutti meritati, ha giocatori importanti ed una buona struttura di gioco. Dobbiamo pensare settimana dopo settimana, adesso abbiamo tre giorni per preparare la gara contro la Vibonese e siamo consapevoli che incontreremo gli avversari in un momento importante, giocare lì sarà complicato ed avremo il giusto spirito di sofferenza. Sono felice non per me stesso ma per la società ed i ragazzi. La società ha dimostrato verso di me stima, rispetto ed affetto e merita stima, rispetto ed affetto. Sono nel Catania da 12 anni, amo questa maglia e questa società”.

Saro Bucolo, chiamato a garantire un importante contributo nel corso della ripresa del match che ha sancito il ritorno alla vittoria del Catania, pensa già al prossimo impegno: “È stata una partita difficile, abbiamo battuto la Virtus Francavilla e siamo tutti contenti ma non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo playoff: bisogna rimanere concentrati in vista della gara di domenica prossima contro la Vibonese: è una buona squadra e dovremo andare lì a battagliare. A Catanzaro abbiamo subìto gol troppo presto ma disputando un buon match, si vedeva che eravamo in crescita ed oggi si è rivisto lo spirito del Catania. Quando il mister mi ha fatto entrare in campo nella ripresa mi sono fatto trovare pronto e lo ero già da prima”.

Andrea Di Grazia, autore del gol decisivo, mostra determinazione ed ottimismo anche in vista del futuro: “Sono soddisfatto per la vittoria, ho segnato e ne sono felice ma la cosa più importante era vincere. Siamo reduci da un periodo sfortunato e negativo: la gara contro la Virtus Francavilla deve rappresentare un nuovo inizio. Adesso dobbiamo continuare su questa strada e bisogna andare a Vibo Valentia per vincere. La ruota deve girare, per forza: meritiamo di intraprendere un percorso diverso arrivando bene ai playoff e lottando fino alla fine per conquistare la serie B. Ogni calciatore vive fasi calanti, le mie sono durate un po’ troppo ed in alcuni casi potevo fare di più ma, adesso, è importante ritrovare la strada giusta. Oggi sono coincise tante cose, tra queste la prima vittoria di mister Pulvirenti sulla panchina del Catania ed il gol vittoria che ho realizzato: sono contento per il mister, è bello ritrovarlo in prima squadra, ci capiamo al volo con uno sguardo, mi fa veramente piacere per lui e per mister Orazio Russo, meritano questa soddisfazione”.

Autore di un’ottima gara, Gil si dice convinto che la vittoria contro il Francavilla darà una sterzata decisiva in vista della conclusione del girone e di un importante approdo ai playoff: “Ci è mancata un po’ di fortuna, nella gare precedenti: contro il Foggia abbiamo giocato bene e abbiamo perso per un pallone che mi ha colpito, è carambolato sulla traversa ed è entrato; contro il Lecce abbiamo subìto un tiro nello specchio della porta ed hanno fatto gol; a Pagani due calci d’angolo e due gol. Non abbiamo avuto paura del confronto con Nzola ma una maggiore attenzione, perché lui è forte e veloce. Adesso penso che cambierà tutto perché stiamo facendo bene, siamo tutti forti e dobbiamo arrivare ai playoff pensando di vincerli: bisogna essere maggiormente positivi per dare una sterzata, Catania non può stare in Lega Pro per tutto quello che c’è qui, dalla struttura ai tifosi che sono eccezionali. Mbodj è sempre pronto, si allena sempre bene e quando è entrato in campo ha disputato una buona gara. L’uscita di Bergamelli è stato un duro colpo perché è un leader, come giocatore e come persona”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*