Basket Play Off : Milano vince gara 3 a Capo d’ Orlando. Giovedì di nuovo in campo

06
L’Olimpia logora fisicamente l’avversario – la Betaland è ottima nel primo tempo – e produce un secondo tempo importante da 54 punti, tenendo gli avversari a 35, per vincere 94-80 la battaglia nel caldo di Capo d’Orlando. Lo fa con una prova maiuscola di Miro Raduljica che in combinazione con Dada Pascolo tiene a galla la barca nei momenti di massima difficoltà e soprattutto genera la rimonta del terzo quarto. Poi sono Macvan, che riscatta una prima parte di gara difficoltosa, e Kalnietis a segnare i canestri decisivi. Milano ristabilisce l’ordine nella serie almeno per ora, portandosi sul 2-1 in vista di gara 4, giovedì sempre a Capo d’Orlando.

01

IL PRIMO TEMPO – L’Olimpia parte bene, tripla di Simon dall’angolo, Pascolo segna cinque punti veloci, Raduljica fa vedere cose interessanti in mezzo all’area. Il vantaggio tocca gli otto punti, sul 15-7 quando proprio Raduljica usa il gancio sinistro contro Delas. Qui Capo d’Orlando risponde forte: segnano da tre Diener e Ivanovic, poi Iannuzzi da sotto e l’8-0 che impatta la gara forza il time-out di Coach Repesa. Al rientro Berzins firma il sorpasso. Il parziale sale a 12-0 con un contropiede chiuso da Tepic. Milano replica con un 5-0 (Cinciarini da tre, Tarczewski da sotto) per chiudere il primo quarto avanti 20-19. Dopo il controsorpasso di Diener (errore difensivo, facile entrata a centro area), l’Olimpia piazza un nuovo 5-0 con una tripla di Kalnietis e un’entratona di Abass costringendo Coach Di Carlo al time-out. Ma la partita qui diventa un mordi e fuggi, Capo d’Orlando rispetto alle prime due gare è più efficace a rimbalzo d’attacco (sette nel primo tempo di cui cinque nel secondo periodo), in più trova quattro falli consecutivi e ne approfitta per mettere la testa avanti. Kruno Simon risponde con una tripla, un runner e quattro tiri liberi sorpassando sul 40-39. Il passaggio in panchina di Simon genera due cattivi possessi e il nuovo 4-0 Capo d’Orlando, con due liberi di Ivanovic e un facile mismatch per Iannuzzi su Cinciarini. Nicevic chiude il tempo con un jumper che vale il 45-40.

02

IL SECONDO TEMPO – Capo d’Orlando firma il massimo vantaggio in avvio di ripresa con la jumper di Mario Delas del più sette. L’Olimpia risponde con Pascolo (un canestro, una rubata, una assist per Raduljica), pareggia con Raduljica, incassa la tripla di Berzins e la cancella con Hickman. L’asse Pascolo-Raduljica, nonostante i tre falli di Simon, produce un terzo periodo spettacolare almeno in attacco, anche se a rimbalzo ci sono sbavature. L’Olimpia esplode improvvisamente a più cinque dopo un gioco da tre di Raduljica L’Orlandina torna a meno uno dopo due triple di Ivanovic e Kikowski. Hickman con un grande canestro in acrobazia respinge l’assalto e alla fine del terzo quarto l’Olimpia ha cinque punti di margine sul 69-64.

04

Capo d’Orlando prova ad avvicinarsi, torna a meno due con un canestro di forza di Iannuzzi. In transizione Kalnietis mette la tripla che ripristina cinque punti di margine. Dopo un libero che Delas si procura a rimbalzo, Kalnietis mette la seconda bomba consecutiva scavando sette punti per Milano, 78-71. Macvan dopo un rimblzo di Raduljica (però con quattro falli) ne apre addirittura 10 entrando negli ultimi cinque minuti di partita; poi 11 rispondendo a due liberi di Ivanovic. L’Olimpia del secondo tempo difende decisamente meglio ed è lucida nell’esecuzione. Simon e Kalnietis con due “runner” spaccano la gara sull’88-75. Dopo il time-out, Di Carlo abbassa il quintetto schierando Tepic da “4” insieme a tre tiratori. Laa mossa vale il 5-0 (Tepic da tre, Kikowski su palla rubata) e costringe Repesa a chiamare il time-out con il vantaggio assottigliatosi a otto punti. Al rientro, l’Olimpia controlla la gara e chiude 94-80.
http://www.olimpiamilano.com/olimpia/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*